" Si effettuano consulti dando una sbirciatina sul futuro, su quanto ci riserva...sempre tenendo presente che, siamo noi a costruire il nostro destino... " Puoi fare una donazione cliccando il tasto a destra " Donazione "

sabato 9 marzo 2019

ATTENZIONE!
E’ partito un servizio telefonico per i Consulti con il Sensitivo Mizio chiamando comodamente da un telefono fisso urbano, effettuare un Consulto dal telefono di casa risponde propio a questa opportunità: godere di un servizio completo non rinunciando al comfort della propria abitazione senza nessuna somma eccessiva dei numeri a pagamento.
Trova la soluzione più adatta alle tue esigenze! Per info e spiegazione contattatemi. Mizio

venerdì 14 dicembre 2018

Le 8 fasi che attraversa la fiamma delle anime gemelle

L’amore sperimentato tra due fiamme gemelle riunite, è come un fuoco selvaggio. Non può essere contenuto. Non può essere domato.

Brucia intensamente con una forma unica di intensità che è allo stesso tempo sorprendente e formidabile.È come un fuoco indomabile: ti brucia in cenere, ma ti forgia anche in una nuova creatura, come una fenice che emerge dalla polvere. Sebbene ogni relazione di doppie fiamme sia unica e non possa essere semplificata, esiste un modello generale che tende ad emergere in queste unioni. Si dice che le fiamme gemelle siano esseri che aiutano le nostre anime a trovare il completamento. Questo processo non è proprio facile nè lineare. Passa attraverso varie fasi, 8 in particolare, che si sviluppano in un incontro tra fiamme gemelle. 

Fase uno – Desiderio dell’ “‘Amato”

In questa fase preliminare si passano le giornate a struggersi per quel qualcuno che non esiste ancora nella propria vita. Si avverte la sensazione che che egli sia perfettamente modellato per se.

È “là fuori”, ma non si sa esattamente dove o quando apparirà nella propria vita.

Fase due – Scorcio “dell’Amato”

Ad un certo punto si avrà una breve visione della fiamma gemella. Che si tratti di un segnale onirico o di un incontro nella vita reale, all’improvviso si può percepire l’Amato.

Il risultato è profondo. La meraviglia, la gioia, l’ansia e l’ebbrezza arrivano rapidamente. Non si ha ancora la certezza, ma si percepisce che questa persona avrà un ruolo particolare nella propria vita.

Fase tre – Incontro e innamoramento

Quando si incontra questa persona si percepirà subito la diversità rispetto a quello pensato e magari vissuto in precedenza. Sensazioni mai provate prima, la consapevolezza che questo rapporto è quello che si cercava da lungo tempo, da sempre possiamo dire.

Fase quattro – La relazione fiabesca

Le prime sensazioni provate nella fase precedente trovano in questa il loro completamento. L’incontro con la propria fiamma soddisfa ogni singolo bisogno, sembra di vivere realmente quello che si definisce un assaggio di Paradiso.

Fase cinque – Rottura esterna e riparazione interna

In questa fase si manifestano problemi. Mentre l’estasi del periodo iniziale si allontana, l’ego inizia a divampare. All’improvviso sorgono differenze di opinione, gusto e personalità, e vecchie ferite di base emergono dall’oscurità. Questo può essere esasperante, devastante e molto doloroso.

Fase sei – La corsa e la caccia

Mentre le tensioni si innalzano, è comune che un partner (o qualche volta entrambi) si ritiri emotivamente o fisicamente e “scappi”, e un altro insegua, come in un gioco del gatto e del topo. A volte questo comporta uno spegnimento emotivo. Altre volte ciò comporta la separazione fisica e, in casi estremi, la cessazione definitiva della relazione. In questa fase, le fiamme gemelle sperimentano una prova dal fuoco. Mentre alcuni rapporti durano e vengono rafforzati, altri si sgretolano.

Fase 7: Resa e dissoluzione

Una volta che l’ombra della tua relazione è stata rivelata, si sperimenta un periodo di resa.

Dopo tanta angoscia e provocazione, entrambi cominciano ad aprirsi sulle proprie insicurezze. In questo stadio è comune sperimentare dissoluzione dell’ego e un’espansione profonda.

Fase Otto – Unità

Mentre i problemi nella relazione diventano sempre più facili da affrontare, entra la fase di ricongiungimento dell’anima.

Nella fase otto è comune trovare un significato, una passione o una causa condivisa che porta ad un reciproco senso di realizzazione. Mentre l’ego continua a rilassarsi, le virtù come il perdono, la comprensione, l’empatia e la pazienza vengono apprese. 

Le Fiamme Gemelle s’incontrano, si riconoscono, si sfidano, si attraggono e respingono perché devono ritrovare in loro il “pezzo mancante”.

lunedì 12 novembre 2018

INFO:

Voglio ricordare che i Consulti di Mizio Sensitivo devono essere prenotati e che la pulizia del campo energetico, detta anche pulizia dell'Aura, viene effettuata da un Sensitivo per liberare il soggetto da energie nocive che sono state create da pensieri, parole, sentimenti ed emozioni del soggetto stesso o di persone a lui vicine.

Ogni sentimento negativo, che proviamo per noi stessi o verso il prossimo, rimane attaccato al nostro campo energetico sotto forma di energia tossica indebolendoci e compromettendo il nostro potere personale. Questa negatività può essere neutralizzata da sentimenti positivi come amore, gioia e gratitudine, ma quando entriamo in una spirale di emozioni e pensieri negativi diventa molto difficile ripulire il nostro campo energetico. Molto spesso la nostra aura viene intossicata da invidie, rancori e desideri di vendetta che altri provano nei nostri confronti. Se il soggetto ha un forte potere personale riesce spontaneamente a neutralizzare queste negatività, ma in caso contrario dovrà sottoporsi a una seduta di pulizia energetica. La pulizia del campo energetico può essere effettuata solo da Sensitivi qualificati.Durante la sessione di purificazione , il Sensitivo accede a uno stato alterato di coscienza mediante antiche preghiere tramandate , poi entra in contatto con i suoi spiriti alleati che gli indicheranno il metodo più adatto per liberare il paziente dalle negatività. Generalmente Il Sensitivo utilizza cristalli e minerali per ripulire il campo energetico del paziente, ma i suoi spiriti aiutanti possono indicargli anche metodi alternativi I benefici della purificazione del campo energetico si possono riscontrare nell'immediato. La persona ritroverà la gioia di vivere e si sentirà come alleggerito da un peso che avvertiva sul tutto il corpo. Voglio precisare che la purificazione non ha nulla a che fare con legamenti o cose del genere parliamo di energie tutta un altra storia!!

venerdì 26 ottobre 2018

Difficoltà...

Un uomo si sentiva perennemente oppresso dalle difficoltà della vita e se ne lamentò con un famoso maestro di spirito. “Non ce la faccio più! Questa vita mi è insopportabile”. Il maestro prese una manciata di cenere e la lasciò cadere in un bicchiere pieno di limpida acqua da bere che aveva sul tavolo, dicendo: “Queste... sono le tue sofferenze”. Tutta l’acqua del bicchiere si intorbidì e s’insudiciò. Il maestro la buttò via. Il maestro prese un’altra manciata di cenere, identica alla precedente, la fece vedere all’uomo, poi si affacciò alla finestra e la buttò nel mare. La cenere si disperse in un attimo e il mare rimase esattamente come prima. “Vedi?” spiegò il maestro “ogni giorno devi decidere se essere un bicchiere d’acqua o il mare”. Troppi cuori piccoli, troppi animi esitanti, troppe menti ristrette e braccia rattrappite. Una delle mancanze più serie del nostro tempo è il coraggio, il vero coraggio che di fronte ad ogni problema fa dire tranquillamente: “Da qualche parte certamente c’è una soluzione e io la troverò”. 


mercoledì 19 settembre 2018

L’esistenza!

"L'esistenza è una tua invenzione, e come tale dipende solo da te; consciamente o inconsciamente tu disegni le situazioni della tua vita. Le masse brulicanti immerse nel sonno restano vittime del Caso, dell'accidente, perché l'essere umano che non sa e non controlla cosa accade al suo interno, nel suo essere, non può modificare volontariamente la sua realtà. Crea anche lui la sua esistenza, ma subendo passivamente la recita allestita dai contenuti del suo subconscio. Invece L'Eroe, il semidio, l'umano sveglio, secondo i greci classici possedeva un Fato, una missione, diremmo oggi, che puntualmente realizzava, e nemmeno gli Dei potevano opporvisi. La conquista di un Destino individuale e la fuga dalle leggi meccaniche cui sottostanno le masse rappresenta l’autentico Percorso dell’Eroe. Il mondo che percepisci intorno a te è solo un effetto, non una causa. Sopravvive perché tu lo nutri, respira perché tu respiri. Gli altri riflettono le tue ombre e rendono più rapida la tua ascesa. La causa è all'interno e l'effetto è all'esterno, non viceversa. Non stai male perché il mondo è brutto, ma il mondo sembra brutto perché tu stai male. 

La svolta consiste nell'attribuirti ogni responsabilità per ogni evento che ti coinvolge, bello o brutto che sia. Non c'è guerra più santa di quella condotta verso i propri meccanismi limitanti. Una guerra silenziosa, fatta di auto-osservazione... una partita a scacchi con se stessi. C'è un modo per affrancarsi dalla servitù: Sii INCORRUTTIBILE. Sii INTEGRO. In altri termini, non sottostare alla corruzione del tempo come usano fare le masse inconsapevoli. Non lasciare che la tua coscienza si spappoli schiacciata tra passato e futuro. Gli unici ostacoli che incontri sono quelli che stai edificando tu ogni giorno della tua vita, prigioniero dell'eterno ritorno. Distaccati dalla tiepidezza rassicurante della moltitudine e capovolgi di 360 gradi la tua prospettiva."



sabato 28 luglio 2018

La leggenda del Ponte dell’Arcobaleno


Chi ama gli animali sa bene quanto è difficile affrontare quel doloroso momento della separazione. Il dolore che si prova è atroce e paragonabile alla perdita di un famigliare. E chi ha un po’ di cuore soffre molto quando perde il proprio cane ma soffre ancora di più sapendo che al mondo, ogni giorno, ci sono animali che muoiono soli e senza mai aver conosciuto l’amore.Ma c’è una cosa che può aiutare queste persone in questi momenti così delicati… sapere che gli animali che ci lasciano vanno tutti in un posto bellissimo, dove non c’è sofferenza o dolore: il ponte dell’arcobaleno. C’è una leggenda su questo meraviglioso ponte, una bellissima leggenda che vogliamo raccontarvela. Si dice che tutti gli animali, quando muoiono, vanno in un posto situato alla fine del ponte dell’arcobaleno. Lì, quelli che erano malati o menomati tornano ad essere sani e interi. In questo posto ci sono tanti prati fioriti, l’aria e tiepida e tutti gli animali corrono e giocano felicemente insieme. Quelli che hanno avuto un proprietario ma anche quelli che nessuno ha amato… giocano tutti insieme e ci sono tante cose buone da sgranocchiare… C’è una piccola cosa “brutta” però: gli animali che hanno lasciato sulla terra un umano amato non sono completamente felici. Aspettano qualcosa e guardano sempre verso il ponte dell’arcobaleno. E, un giorno, quando il loro umano lascia questo mondo e cammina sul ponte anche lui, loro vanno di corsa verso di lui, per passare insieme il resto dell’eternità.